14/05/1989 - Vespro Solennita Pentecoste Prima Comunione

Sant'Ilario d'Enza, 14/05/89
Catechesi al vespro, Solennità di Pentecoste

Ascolta l'audio

Ci siamo ritrovati stasera. Perché? per dire grazie di questa bellissima giornata. Dire grazie al Signore è un dovere e un piacere, dirgli grazie perché questa giornata è stata un suo dono, perché vogliamo che questa giornata sia una semente per il domani. Quando si vuole raccogliere si semina, non nascono le piante se non da un seme, bisogna seminare e questo giorno è un giorno di semina. Noi guardiamo al domani, perché voi siate molto benedetti, molto donati dal Signore ancora e diventiate sempre di più bravi. In che cosa dovete diventare bravi? Ecco, la prima cosa: dovete diventare bravi nella preghiera. Avete capito che la preghiera è una cosa grande e porta frutti meravigliosi. Dovete promettere di pregare, perché, se pregate, diventate forti come dicevamo stamattina, pregare e capire che la preghiera più bella è la preghiera che diciamo con Gesù e con la Chiesa, quella preghiera, lo sapete, si chiama Messa. La vostra Messa di ogni domenica deve essere la vostra sorgente di bene, dovete diventare bravi pregando nella Messa, tutte le domeniche alle 10, la vostra Messa. Vogliate bene alla vostra Messa, vogliate bene perché con Gesù riuscite a dare una grande grazia a tutti, al vostro cuore e agli altri. La Messa è un’invenzione meravigliosa del cuore di Gesù, per cui tutti diventiamo come Gesù e cerchiamo di pregare per noi, cerchiamo di pregare e di aiutare gli altri. La Madonna a Fatima, lo ricordavamo ieri, ha insistito perché pregassimo per chi non prega, per cui ci sostituissimo; pregare per chi non prega, benedire per chi non benedice, essere buoni con tutti, così, attraverso la Messa. E la seconda cosa che vi raccomando: cercate di frequentare l’oratorio, il vostro gruppo; state con amici buoni, state con amici che vi aiutano a crescere come vi vogliono le vostre famiglie, che vi vogliono buoni, che vi vogliono la loro consolazione. Promettete allora al Signore, ringraziando, di essere fedeli tutte le domeniche per tutti, particolarmente per i vostri cari, perché possiate attirare su di loro molte benedizioni. Vi vedremo volentieri ricevere l’Eucarestia, quando è possibile, tutte le domeniche, perché ogni domenica è come Pasqua, ogni domenica porta la sua grazia e il suo aiuto.

CODICE 89EDV01367B
LUOGO E DATA Sant'Ilario d'Enza, 14/05/89
OCCASIONE Catechesi al vespro, Solennità di Pentecoste
DESTINATARIO Comunità Parrocchiale, bimbi
ORIGINE Registrazione
ARGOMENTI Propositi
Condividi su
MOVIMENTO FAMILIARIS CONSORTIO
Via Franchetti, 2
42020 Borzano
Reggio Emilia
Tel: + 39 347 3272616
Email: info@familiarisconsortio.org
Website: familiarisconsortio.org
  • “È evidente come Don Pietro abbia vissuto il suo sacerdozio
    tra la vita delle persone, condividendo tutto. 
    In fondo, forse, è il segreto più prezioso che ci ha svelato.”
    Umberto Roversi

© 2022 Movimento Familiaris Consortio | Via Franchetti, 2 42020 Borzano (RE) | info@familiarisconsortio.org |Privacy Policy | COOKIE POLICY | SITEMAPCREDITS